Parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo
Casalmaggiore
Provincia e Diocesi di Cremona

nel Web sito DuomoCasalmaggiore

Progettazione contenuti:
Don Alberto Franzini e
Don Davide Barili
Progettazione e realizzazione Sito:
Giulio Destri
Aggiornamenti:
Martina Abelli
Responsabile "Chierichetti":
Francesco Salvatore
Responsabile "Fatti una risata":
Antonio Lucotti
anno XXIX numero speciale aprile 2006

Ritrovarci

Vai al numero precedente Archivio 2003: n. 1, n.2, n.3, n.4, n.5. Archivio 2004: n.1, n.2, n.3, n.4, n.5 . Archivio 2005: n.1, n.2, n.3, n.4 . Archivio 2006: n.1, n.2, n.2s, n.3, n.4 . Archivio 2007: n.1, n.2, n.3, n.4, n.5. Archivio 2008: n.1, n.2, n.3, n.4. Archivio 2009: n.1, n.2, n.3, n.4. Archivio 2010: n.1, n.2, n.3, n.4. Archivio 2011: n.1, n.2, n.3, n.4. Vai al numero seguente
Sommario

Pagina 1 - NEL 50° DELLA MORTE LA PARROCCHIA RICORDA IL SUO PASTORE MONS. TEMISTOCLE MARINI

… pertansiit benefaciendo …

“A tutti i parrocchiani" - Editoriale di don Alberto Franzini, parroco >>>>Leggi

“Le tappe della sua vita"
>>>>Leggi

 

Pagina 2 - IL FUNERALE

La camera ardente in palazzo Abbaziale

 

“Le estreme onoranze"
>>>>Leggi

“Il testamento"
>>>>Leggi

Il clero ed i seminaristi entrano in Duomo

Le esequie in Duomo

Il corteo funebre esce dal Duomo

Verso il Cimitero


Pagina 3 - IL FUNERALE

Il corteo funebre attraversa piazza Garibaldi

Il vescovo mons. Bolognini al seguito del carro funebre, con mons. Brioni, don Amilcare Bombeccari e mons. Felice Zanoni

“L'elogio funebre tenuto da don Amilacare Bombeccari"
>>>>Leggi

“Le ultime voci dei figli sulla tomba del padre" - Il saluto del Sindaco, dottor Mario Carlo Volta, il saluto del dott. Giangiacomo Cavalca, Presidente della Giunta Parrocchiale di Azione Cattolica e dal saluto del prof. Amerigo Orioli a nome degli alunni delle Scuole elementari
>>>>Leggi

Il congedo al Cimitero


Pagina 4 - TESTIMONIANZE

“Il ricordo dei seminaristi"
Mons. Renzo Gardani, don Pietro Riccardi, don Guido Bernardelli >>>>Leggi

“Gli anni verdi di don Temistocle Marini educatore di giovani preti "
>>>>Leggi

 

Pagina 5 - LA SUA PARROCCHIA: Alcune importanti iniziative che durante il suo ministero trovarono promozione e appoggio

1919. I ruderi della chiesa di San Francesco dopo l’incendio

“La ricostruzione della Chiesa di San Francesco: speranze e delusioni"
>>>>Leggi

“La (mancata) casa della gioventù"
>>>>Leggi

1942 circa. Gli oratori maschili e femminili fanno corona all’Abate, dopo una cerimonia religiosa


Pagina 6 - LA SUA PARROCCHIA: Alcune importanti iniziative che durante il suo ministero trovarono promozione e appoggio

Collegio don Bosco. 1933. La Festa della Mamma

1948. La Colonia alpina parrocchiale a Breguzzo

“La decorazione del Duomo"
>>>>Leggi

“La colonia alpina"
>>>>Leggi

“Il Collegio don Bosco"
>>>>Leggi

“Il Teatro Manzoni"
>>>>Leggi

 

Il palcoscenico del Teatro Manzoni dopo una recita della Filodrammatica dell’Oratorio


Pagina 7 - LA SUA PARROCCHIA

All’uscita del Duomo dopo una solenne messa Messa Ponficale

“I riti pontificali"
>>>>Leggi

“Il diario parrocchiale"
>>>>Leggi

“La solenne celebrazione del 50° di sacerdozio" - dal numero speciale di Ritrovarci
>>>>Leggi

50° di Sacerdozio. Il ricevimento presso il Municipio


Pagina 8 - LA SUA PARROCCHIA

1951. L’Abate in visita alla colonia montana parrocchiale col vicario don Bornati.

 

“La Biblioteca Abbaziale"
>>>>Leggi

“Bibliografia di mons. Marini"
>>>>Leggi

“Sacerdoti vicari durante il ministero di mons. Marini"
>>>>Leggi

 

Corpus Domini 1939. Le autorità cittadine dopo il pranzo offerto da mans. Marini.(da sinistra) Francesco Vallari fabbricere; geom Igino Stassano tecnico della Fabbriceria; don Cesare Sermide; (in alto) Angelo Formis, direttore collegio D. Bosco; (sotto) Caprioli, Tenente RR.CC.; (in divisa) Zito, maggiore della Milizia; (dietro, coperto) Don Gino Frati; (in alto) Rag. Giuseppe Maffei fabbricere e dott. Piersanti, primario ospedale; (in primo piano) dott. Giuseppe Pasini pretore; Avv. Mario Vallari (con la barba); don Lorenzo Scaglioni, parroco di S Leonardo; mons. Marini, don Umberto Alai; Avv. Erminio Beduschi segretario politico; Avv. Renato Conti podestà; dott. Fabio Fontana; Renzo Gardani, seminarista; prof. Leone Soldani preside Scuola Avviamento.

CROCE
L’impero Austro Ungarico, non avendo potuto accedere alle richieste della Comunità affinché, conseguito titolo di città, venisse qui istituita anche una sede vescovile, si adoperò tuttavia per la concessione da parte del Papa della dignità abbaziale mitrata. I casalesi ebbero quindi dal 1795 un prelato che esteriormente poteva apparire simile ad un vescovo, ma senza la giurisdizione.
L’imperatore Francesco II in aggiunta concesse anche una distinta onorificenza: una croce d’oro che, assegnata agli abati pro-tempore di Santo Stefano, alla loro morte doveva essere custodita presso il Comune, per essere poi riconsegnata al successore. La cerimonia rimase in vigore sino all’ultimo abate Brioni. Purtroppo però nel 1934 la croce era stata rubata: quella esistente non è che una modestissima copia.

| Home Page | Contatti | Santo Stefano |