Parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo
Casalmaggiore
Provincia e Diocesi di Cremona

nel Web sito DuomoCasalmaggiore

Progettazione contenuti:
Don Alberto Franzini e
Don Davide Barili
Progettazione e realizzazione Sito:
Giulio Destri
Aggiornamenti:
Martina Abelli
Responsabile "Chierichetti":
Francesco Salvatore
Responsabile "Fatti una risata":
Antonio Lucotti
LA LIBRERIA ON - LINE

Siamo lieti di presentarvi la nuova rubrica del nostro sito. Nella libreria on-line vi saranno proposti libri e riviste interessanti. Ogni mese troverete una nuova proposta accompagnata da una breve recensione. Nel caso leggeste qualcuno dei libri presentati, potrete scriverci ed esprimere il vostro parere e le eventuali riflessioni che essi vi hanno suscitato. Se possedete delle letture da segnalare agli altri visitatori potrete inviarci un commento con la descrizione, il titolo, l'autore e l'editore del libro. Creeremo inoltre uno spazio per bambini e ragazzi, con letture adatte a loro. Questo scambio di opinioni e di commenti è un modo per condividere con gli altri parrocchiani le proprie letture e per riflettere su temi comuni attraverso i libri, che sono un ottimo mezzo per trasmettere non solo concetti, idee e sentimenti, ma anche la realtà che ci circonda, e molto altro...

AVVISO: I libri qui riportati sono reperibili alla LIBRERIA IL SEME (Casalmaggiore, Galleria Gorni)

LIBRI DEL MESE

 



Federico Lorenzani e Marco Ruggeri
L'organo Bossi 1862-Giani 2010 del Duomo di Casalmaggiore
NEC; pp. 233 - euro 20,00

L'organo Bossi 1862-Giani 2010 del Duomo di Casalmaggiore

Edito dalla NEC, il libro, curato da Federico Lorenzani e Marco Ruggeri, e stampato presso la CasalgraficaDue di Casalmaggiore, contiene un saggio storico di Enrico Cirani, una relazione del restauro, di Daniele Giani e i documenti di organaria dell'Archivio del Duomo di Casalmaggiore. Il libro, che fa parte della Collana di studi sul patrimonio organaro della Diocesi di Cremona, diretta da don Giuseppe Ferri e Marco Ruggeri, contiene anche un CD, che riporta, oltre al testo del libro, un ricco repertorio fotografico del restauro e della ricostruzione.


 



Timothy Verdon
L'arte nella vita della Chiesa
Libreria Editrice Vaticana
pp. 298 - euro 32,00

Il Magistero della Chiesa da sempre ha visto nell'arte un via da privilegiare per la comunicazione religiosa. Il Pontefice attuale Benedetto XVI con i suoi interventi ha rilanciato il rapporto fra arte e religione con il costante richiamo alla via pulchritudinis . Questo volume di Timothy Verdon, grande storico, docente e divulgatore, ripercorrendo la storia dell'arte nella vita della Chiesa, vuole essere non soltanto un saggio monografico, ma un vero e proprio manuale al quale attingere e dal quale ripartire con nuovi obiettivi e percorsi. Le opere discusse sono scelte da tutte le epoche della bimillenaria storia dell'arte sacra cristiana. Esso si raccomanda non soltanto ai sacerdoti - ai quali mons. Timothy Verdon dedica questa pubblicazione - ma a quanti pensano che educare è possibile e che l'immagine è predicazione evangelica.


 



Fernandez Irene
La spiritualità del «Signore degli anelli».
Il senso nascosto dell'opera di Tolkien
Elledici
pp. 96 - euro 8,00

A partire dagli scritti di J. R. R. Tolkien, il volume decifra "Il Signore degli Anelli" e ne fornisce interessanti e originali chiavi di interpretazione. Dalla lettura della famosa saga possono emergere spunti di un autore profondamente religioso, che aiutano a scoprire la dimensione spirituale dell'esistenza.


 



Paola Marozzi Bonzi
Oggi è nata una mamma
Storie di sfide del Centro aiuto alla vita “Mangiagalli”

San Paolo
pp. 190 - € 13,00




Il volume, in occasione del 25° di fondazione del Centro di Aiuto alla Vita "Mangiagalli" (uno dei più famosi centri italiani per la ginecologia e la maternità nonché la prima clinica in Italia dove sono stati effettuati aborti "terapeutici"), narra in un tutt'uno la storia della fondatrice del Centro Paola Bonzi, la storia delle opere che via via sono state ideate per sostenere le mamme in difficoltà nonché alcune delle storie delle madri e delle coppie che il Centro ha accolto, ascoltato e sostenuto concretamente. Un libro che evita i toni celebrativi, ma che porta a comprendere dal di dentro cosa succede attorno all'applicazione della legge 194 sull'interruzione volontaria della maternità e quanto poco basterebbe invece per favorire la maternità.

Prefazione di Giuliano Ferrara

 


 



Titolo Paolo VI. L'audacia di un papa
Autore Tornielli Andrea
Prezzo di copertina € 28,00
2009, 721 p., ill., rilegato
Editore Mondadori (collana Le scie)



Giovanni Battista Montini, che nel giugno 1963 venne chiamato alla successione di Giovanni XXIII e portò a compimento il concilio ecumenico Vaticano II, è un papa dimenticato. Frainteso da quanti hanno ritenuto che il concilio fosse il principio di un'era assolutamente nuova, di totale rottura con il passato, così come da coloro che hanno visto in quell'evento l'inizio della fine del cattolicesimo. Criticato da sinistra e da destra, da chi gli imputava di aver tarpato le ali del Vaticano II, soffocandone le speranze e frenandone gli slanci, e da chi gli attribuiva la responsabilità della crisi della Chiesa, dell'incertezza sulla dottrina, dell'imponente emorragia di sacerdoti che ha segnato gli anni difficili del postconcilio. Paolo VI appare oggi schiacciato tra le figure dei grandi pontefici che l'hanno preceduto e che gli sono succeduti. Non era facile stare al timone della Chiesa dopo la scomparsa di una figura popolarissima come quella del "papa buono". Non è facile mantenere viva la memoria del drammatico pontificato montiniano dopo quello di Giovanni Paolo II, straordinario per intensità e durata. Così, il suo regno è stato presto archiviato come un lungo e sofferto intermezzo tra due capitoli decisivi della storia del cattolicesimo e dell'intera umanità, dimenticando che si deve proprio a Paolo VI l'aver attuato una profonda riforma della Chiesa, l'aver iniziato i viaggi apostolici in tutti i continenti, l'aver inaugurato una nuova epoca di dialogo con le altre confessioni cristiane.


 


Autore: Corti Eugenio
Titolo: Il Medioevo e altri racconti
Pagine: 192

prezzo € 12.00

Dopo l'epopea del Cavallo rosso , il romanzo tradotto in nove lingue (anche in giapponese) che ha fatto parlare di Eugenio Corti come del «Tolstoj italiano del Novecento», l'autore brianteo si era applicato ai «romanzi per immagini» La terra dell'indio e L'isola del Paradiso . Con Catone l'antico , Corti aveva fatto rivivere ai lettori un discrimine cruciale della storia romana, per tanti aspetti simile all'attualità che stiamo vivendo. Con questo nuovo libro, Corti può finalmente dedicarsi al periodo storico da lui più amato, il Medioevo, appunto, visto come paradigma realizzato della civiltà cristiana. E lo fa raccontando la storia della beata Angelina da Montegiove (1377-1435), lontana antenata della moglie dello scrittore e conterranea della più nota beata Angela da Foligno (1208-1309), premettendo un ampio excursus che valorizza il Medioevo nella storia dell'umanità. Il tono narrativo, saldamente ancorato alle fonti storiche, è lo stesso che Corti usa negli incontri con i numerosissimi studenti universitari che vanno a trovarlo nella sua casa in Brianza, che trovano «nell'aquila dei suoi 87 anni» (per parafrasare il poeta) uno straordinario testimone del Ventesimo secolo e un maestro per i tempi nuovi.
La seconda parte del volume racchiude una quindicina di testi brevi, scritti nell'arco di un quarantennio, che accanto agli indimenticabili ricordi di guerra, allineano interventi sulla contestazione del ‘68, istantanee di amici esemplari (don Carlo Gnocchi, in primis), un originalissimo ex-voto per san Michele Arcangelo e una suggestiva Apocalisse anno duemila .
Aleggia, in queste pagine, un'aura di commiato che noi, ammiratori di Eugenio Corti, accogliamo come simpatica civetteria, ma che respingiamo con affetto e risolutezza.

 


Titolo: Perchè credo
Autore: Vittorio Messori


Collana Religione | Serie Varia
Rilegatura rilegato con sovraccoperta | Formato 13x21 cm | Pagine 434
Illustratore/Curatore con Andrea Tornielli
Data di pubblicazione ottobre 2008
ISBN 978-88-384-8831-3
Prezzo €20,00

 

Vittorio Messori è il più noto scrittore cattolico, la sua fama ha varcato da tempo i confini nazionali. Autore di best-seller tradotti in tutto il mondo, con il primo libro, Ipotesi su Gesù -l'inchiesta divulgativa ma rigorosa che ha dato inizio ai suoi saggi sulla storicità dei vangeli- ha superato il milione di copie solo in Italia. Interlocutore dell'allora cardinale Ratzinger (e quel saggio, Rapporto sulla fede , ha segnato l'inizio della fine del caos postconciliare), ha avuto poi il privilegio del primo libro intervista con un papa,  Giovanni Paolo II: 53 lingue, più di  20 milioni di copie . Molti altri volumi di grande impatto internazionale gli hanno confermato un ruolo di “reinventore“ della moderna apologetica.

Eppure, Messori non è nato cattolico. Anzi. L'educazione familiare e la formazione scolastica  ne avevano fatto un anticlericale e un razionalista  della dura  scuola torinese. Poi, nell'estate del  1964, nei giorni   dei funerali di Togliatti,  accade Qualcosa   di imprevisto e di  imprevedibile. Il laureando in Scienze Politiche che   stava  alla larga dalle chiese, l'allievo di famosi Maestri sprezzante verso la “sub-cultura cattolica” , non  si converte ma, come a forza, “è convertito“.  Si scontra ,  inaspettatamente, con quel Gesù di Nazaret alla cui figura dedicherà gli studi di una vita. Una storia insolita e in fondo  drammatica, che Messori descrive per la prima volta in questo dialogo con il collega  Andrea Tornielli, svelando molti particolari      fino ad ora taciuti. Una svolta radicale, tale da  rovesciare la sua vita e da cambiare  quella di molti che, grazie ai suoi libri, hanno scoperto o riscoperto  la fede.

Nelle sue  parole non c'è traccia di clericalismo, di integralismo, di nostalgia per una cristianità tramontata.  Assente, in lui, anche il  moralismo: mai si è  proposto come modello di vita, sorride di chi si atteggia a “ profeta“, allergico a ogni posa edificante  spera per sé che la misericordia del Cristo superi , e di molto, la giustizia . Nella sua ricerca si è sempre preoccupato dei fondamenti della fede , lasciando ad altri di indagare sulle conseguenze morali e socio-politiche.  Uomo di frontiera  tra   le “due culture“ (ha lavorato a lungo a La Stampa , da anni collabora al Corriere della sera ma si è impegnato anche ad  Avvenire e nei Periodici Paolini ), la sua è una  prospettiva cattolica del tutto ortodossa e, al contempo, non conformista, scandalosa per timorati e benpensanti.  Innamorato della libertà, convinto che la fede vada  proposta e mai imposta,  cosciente che la virtù esige la possibilità di optare per il vizio , troppo ironico per vestire i panni del predicatore, Messori non rifiuta a priori questo mondo post-moderno. Ne vede le contraddizioni,  denuncia le ipocrisie della ideologia egemone – il “politicamente corretto“, per il quale, ad esempio, la pena di morte per i criminali è una vergogna, mentre quella per i nascituri innocenti è un diritto sacrosanto e un progresso civile- ma vede le chances di una società  dove il credere è una libera «scommessa» e dove i cristiani ritrovano la funzione di lievito, di sale, di granello di senape. Minoritari ma non marginali, secondo la prospettivaindicata loro da Gesù stesso. Un libro emozionante,  di grande spessore  culturale, di esperienze singolari, di rovesciamenti di schemi, di giudizi spiazzanti , di fede “pensata“ senza paura. Ma, al contempo,  pagine di grande umanità. Per dirla ancora con Pascal : <<Pensavano di trovare un autore. Hanno trovato un uomo >>.

 


Titolo Islam. Dall'apostasia alla violenza
Autore Samir Khalil


Prezzo   16,80
Prezzi in altre valute
Dati 2008, 224 p., brossura
Editore Cantagalli

 

Samir ci aiuta a comprendere l'Islam e il modo in cui esso è vissuto, gli slanci spirituali e le difficoltà, il glorioso passato e l'arretratezza del presente, le vittime (cristiani, ma anche musulmani) e i carnefici. Fino a poco tempo fa, preti e missionari che lavorano in Africa del nord e in paesi asiatici musulmani, dove i cristiani sono minoranza e dove gli stranieri sono a mala pena accettati, non hanno mai sbandierato troppo ai quattro venti le violenze che i cristiani (e i musulmani) subiscono da parte del potere politico o dai gruppi fondamentalisti. In più, siccome il cristianesimo è visto come una religione straniera (sebbene sia nata in Medioriente), le notizie diffuse in Occidente hanno sempre rischiato di essere lette come una nuova forma di colonialismo culturale. Questo libro di Samir sgombro da ogni falsa cautela, ci aiuta a comprendere con realismo i problemi dell'Islam fino alla radice, che è l'ambiguità con cui è interpretato lo stesso Corano. Nel fare ciò, egli dà voce a tutti i musulmani che vorrebbero riformare e modernizzare l'Islam, ma non riescono, o non possono, per la violenza e l'intolleranza che domina il mondo musulmano, fra dittature, terrorismo e sharià.


George Weigel
La Cattedrale e il Cubo
Europa, America e politica senza Dio
Edizione italiana a cura di Flavio Felice
Prefazione di Luca Volontè

(2006) pp. XII+148

€. 14,00

 

Perché gli europei hanno una visione del mondo così diversa dagli americani?
Perché l’Europa è agonizzante sul piano demografico? Ne La Cattedrale e il Cubo, George Weigel offre un’analisi penetrante del “problema dell’Europa” e trae da esso lezioni che interessano il resto del mondo. Mettendo in opposizione la civiltà che ha prodotto il modernissimo “cubo” de La Grande Arche de la Défence a Parigi con la civiltà che ha prodotto la “cattedrale” di Notre-Dame, Weigel sostiene che il rigido secolarismo abbracciato dall’Europa ha portato a una crisi di morale civile che ne sta erodendo l’anima. Egli fa risalire le origini del “problema dell’Europa” al “dramma dell’umanesimo ateistico” che investì la vita intellettuale europea nel xix secolo. I leader culturali del tempo pensarono che disfarsi del Dio della Bibbia fosse necessario per l’emancipazione umana.
Weigel espone in maniera efficace le ragioni per cui non ci può essere una vera e propria “politica” – un’autentica deliberazione sul bene comune e una forte difesa della libertà – senza Dio perché le società e le culture sono grandi soltanto a patto che siano grandi le loro aspirazioni spirituali e il popolo della “cattedrale” a differenza del popolo del “cubo” può fornire un’irresistibile motivazione del proprio impegno a favore della libertà di ciascuno.



Rodney Stark
La vittoria della ragione.
Come il cristianesimo ha prodotto libertà, progresso e ricchezza

AUTORE: Stark R.

La vittoria della ragione. Come il cristianesimo ha prodotto libertà, progresso e ricchezza

COLLANA: I Draghi

PAGINE: pp. 384

ILLUSTRAZIONI: N° 2 b/n

FORMATO: cm. 14x21

PREZZO: euro 24,00


ISBN: 88-7180-599-2

 

IL LIBRO

Molto è stato scritto sui motivi per i quali, a partire dal Medioevo, l’Occidente ha sopravanzato il resto del mondo. Le spiegazioni più comuni hanno riguardato la felice configurazione geografica, l’espansione dei commerci, il progresso della tecnologia. Ma è stato completamente trascurato un fatto: nessuno sviluppo sarebbe stato possibile senza una profonda fiducia nella ragione, che affonda le proprie radici nella religione cristiana.
In La vittoria della ragione, Rodney Stark propone quest’idea rivoluzionaria: le più significative innovazioni intellettuali, politiche, scientifiche ed economiche introdotte nello scorso millennio sono riconducibili al cristianesimo e alle istituzioni a esso collegate. Secondo Stark, non sono state la contrapposizione tra la società laica e quella religiosa, né la competizione tra scienza e fede a farci progredire. Al contrario, è alla teologia cristiana che dobbiamo attribuire la vera origine della ragione. Mentre infatti le altre grandi religioni hanno posto l’accento sul mistero, sull’obbedienza e sulla meditazione, il cristianesimo ha abbracciato la logica e il pensiero deduttivo aprendo la strada alla libertà e al progresso.
Nella sua analisi della supremazia occidentale, Stark ridimensiona in modo convincente «verità» ormai accettate da tempo. Dimostra, ad esempio, che il capitalismo prosperò secoli prima che esistesse un’etica protestante del lavoro, ovvero ben prima della Riforma, confutando l’idea che sia stata essa a favorirne la nascita. Nel V secolo, osserva Stark, sant’Agostino lodava sia il progresso teologico sia quello materiale, mentre, parecchio tempo prima di lui, Aristotele aveva condannato l’attività commerciale come «incompatibile con la virtù umana». Ciò rafforza l’idea che il Medioevo non sia stato un periodo di decadenza o di stasi (i famigerati «Secoli Bui»), ma al contrario la culla delle future glorie dell’Occidente.
La vittoria della ragione è un’analisi di ampio respiro che accompagna il lettore dal Vecchio al Nuovo Mondo, dal passato al presente, ribaltando in questo percorso non solo secoli di pregiudizi accademici, ma anche la radicata tendenza antireligiosa della nostra epoca. Quest’opera dimostra che ciò che più ammiriamo della realtà che ci circonda – il progresso scientifico, la democrazia, il libero commercio – è in larga misura dovuto al cristianesimo, e che noi oggi siamo gli eredi di questa grande tradizione.


L'AUTORE

Rodney Stark è docente di Scienze Sociali presso la Baylor University. Tra le sue opere più importanti ricordiamo The Rise of Christianity, One True God: Historical Consequences of Monotheism e, con Massimo Introvigne, Dio è tornato. Indagine sulla rivincita delle religioni in Occidente.



George Weigel
La Cattedrale e il Cubo
Europa, America e politica senza Dio
Edizione italiana a cura di Flavio Felice
Prefazione di Luca Volontè

(2006) pp. XII+148

€. 14,00

 

Perché gli europei hanno una visione del mondo così diversa dagli americani?
Perché l’Europa è agonizzante sul piano demografico? Ne La Cattedrale e il Cubo, George Weigel offre un’analisi penetrante del “problema dell’Europa” e trae da esso lezioni che interessano il resto del mondo. Mettendo in opposizione la civiltà che ha prodotto il modernissimo “cubo” de La Grande Arche de la Défence a Parigi con la civiltà che ha prodotto la “cattedrale” di Notre-Dame, Weigel sostiene che il rigido secolarismo abbracciato dall’Europa ha portato a una crisi di morale civile che ne sta erodendo l’anima. Egli fa risalire le origini del “problema dell’Europa” al “dramma dell’umanesimo ateistico” che investì la vita intellettuale europea nel xix secolo. I leader culturali del tempo pensarono che disfarsi del Dio della Bibbia fosse necessario per l’emancipazione umana.
Weigel espone in maniera efficace le ragioni per cui non ci può essere una vera e propria “politica” – un’autentica deliberazione sul bene comune e una forte difesa della libertà – senza Dio perché le società e le culture sono grandi soltanto a patto che siano grandi le loro aspirazioni spirituali e il popolo della “cattedrale” a differenza del popolo del “cubo” può fornire un’irresistibile motivazione del proprio impegno a favore della libertà di ciascuno.



 

AA.VV.
La Rosa Bianca
Volti di un'amicizia

Ed. ITACA,
Casale Monferrato (AL)

2005,
88 pp.,
euro 10,00


Catalogo della mostra organizzata in occasione della XXVI edizione del Meeting per l'amicizia fra i popoli (Rimini)
A cura di:
Karin Amann - Thomas Ernst - Stefan Glienke - Bärbel Köhler - Gabriel Kühn - Rita Maier - Tanja Piesch - Franza Reimer - Michael Ritter - Annette Schöningh - Rita Sumser - Walter Zipp
Edizione italiana del catalogo Die Weiße Rose. Gesichter einer Freundschaft

Nell'estate del 1942 e nel febbraio del 1943 alcuni studenti della facoltà di medicina di Monaco di Baviera distribuiscono volantini firmati «Rosa Bianca» che incitano alla resistenza contro Hitler e chiedono libertà per il popolo tedesco.
Perché rischiano la vita? Che cosa li unisce? Da dove nasce in loro il coraggio e il giudizio? La «Rosa Bianca» non è innanzitutto un gruppo di resistenza, quanto piuttosto un gruppo di persone unite da una profonda amicizia: Alexander Schmorell, Sophie Scholl, Hans Scholl, Willi Graf, Kurt Huber, Christoph Probst, Traute Lafrenz e altri.
«Del gruppo che qui ho messo assieme avrai già sentito parlare. Gioiresti di questi volti, se tu li potessi vedere. L'energia che uno dedica a quei rapporti rifluisce tutta intera nel proprio cuore», scrive Hans Scholl.


 

Massimo Introvigne
Gli Illuminati e il Priorato di Sion
La verità sulle due società segrete del Codice da Vinci e di Angeli e demoni, Piemme, Casale Monferrato (Alessandria) 2005, 214 pp., euro 12,90

RECENSIONI

Le inesauribili bufale di Dan Brown, di Giulio Meotti (il Foglio, 3 settembre 2005) . Leggi

I complotti di Dan Brown. E le sole, di Marco Respinti (il Domenicale, 10 settembre 2005). Leggi

Le illusioni dell'Illuminismo (esoterico), di Luca Doninelli (il Giornale, 26 ottobre 2005). Leggi

Il codice da Vinci di Dan Brown ha venduto nel mondo oltre venticinque milioni di copie. Angeli e demoni, dello stesso autore, ne ha confermato il successo. Molti pensano che si tratti solo di romanzi, ma lo scrittore americano insiste che la sostanza di quanto descrive è autentica, ed è confermata da «documenti segreti» di cui conosce l’ubicazione. Nei due romanzi, Dan Brown mette in scena rispettivamente il Priorato di Sion e gli Illuminati, società iniziatiche detentrici di tremendi segreti e impegnate in un Grande Complotto. La posta in gioco è la sopravvivenza stessa della Chiesa cattolica, che le società segrete sarebbero in grado di smascherare dimostrando in particolare che Gesù ha sposato la Maddalena e ne ha avuto dei figli che avrebbero dovuto – loro, non gli Apostoli – guidare la Chiesa. I discendenti carnali di Gesù sarebbero ancora fra noi e si appresterebbero a rivelarsi. Per i teologi, si tratta di evidenti sciocchezze. Ma perché i romanzi hanno così tanto successo? E gli Illuminati e il Priorato di Sion sono esistiti davvero? Esistono ancora? Sono pericolosi?

Massimo Introvigne, profondo conoscitore del mondo delle società iniziatiche, ha incontrato personalmente diversi fra i protagonisti contemporanei delle vicende che, per la prima volta, narra con minuzia di particolari e ricchezza di dettagli, chiedendosi anche – da sociologo – di quale «volontà di credere» siano in preda gli uomini e le donne del nostro tempo, pronti a semplificare la complessità della storia in miti suggestivi, ma falsi. Dietro il Grande Complotto – in cui altri vorrebbero coinvolgere i massoni, i Templari e perfino gli extraterrestri – si rivela così la verità di un complotto più specifico, che mira non a conquistare il mondo, ma a diffamare la Chiesa cattolica, di cui lo stesso Dan Brown si fa con i suoi romanzi strumento.


 

Angelo Vescovi
LA CURA CHE VIENE DA DENTRO
La grande promessa delle cellule staminali e le alternative alla clonazione
Ed. MONDADORI
Milano
2005,
102 pp.,
euro 14,00

Iniziato cinque anni fa, il dibattito etico e sociale sulle cellule staminali non si placa. Enormi sono i problemi che esse pongono ai biologi e ai cittadini. I primi vorrebbero infatti addomesticarle, i secondi si chiedono se sia giusto distruggere gli embrioni rimasti inutilizzati nei centri per la fecondazione assistita, o addirittura se sia lecito clonarli, con la tecnica usata per la pecora Dolly, al solo scopo di ricavare cellule da studiare in vitro o da coltivare per trapiantarle, un giorno, nei pazienti.
Angelo Vescovi, uno dei più importanti studiosi al mondo di questo settore, cerca di fare il punto sull'intricato dibattito in corso. E lo fa ripercorrendo le tappe che hanno segnato la ricerca, i successi e i fallimenti e, soprattutto, raccontando in modo chiaro e preciso che cosa veramente la comunità scientifica sa e che cosa ancora ignora. Se è vero infatti che le scelte morali non possono essere compiute per tutti i cittadini all'interno di un laboratorio scientifico, è però altrettanto vero che per prendere una decisione è necessario conoscere esattamente i molti risvolti di una questione cruciale per il futuro di tutti.


 

Franzini Alberto
A TUTTO CAMPO
Orizzonti pastorali
Ed. ITACA,
Casale Monferrato (AL)

2004,
216 pp.,
euro 12,00

> Il libro segnalato sulla home page dell'editrice ITACA.
> Nel sito della casa editrice la scheda del libro.

Una raccolta di scritti, nati in occasioni e per circostanze diverse, con l'intento di "ragionare da cristiani" – quindi nella prospettiva della fede e con senso ecclesiale – su svariate questioni proprie del tempo in cui viviamo.
Il volume si compone di due parti: la prima ha la forma di una lunga intervista che ripercorre la lettura fatta dall'autore delle principali tematiche che hanno agitato il dibattito culturale del cambio di millennio.
La seconda presenta un'antologia di testi preparati dall'autore e dai parrocchiani, suscitati da prese di posizione, da documenti, da fascicoli, da articoli di giornale, segnale di una Chiesa viva, pronta a dire la sua.


«Ogni paese, ogni parrocchia rischia di diventare una piccola pozzanghera nella quale può tornare comodo sguazzare. Conosciute le persone, capite le regole, ci si può ritagliare una nicchia e lì stare, rispettosi e rispettati nel proprio ruolo. Ma per don Alberto Franzini, parroco dal 1997 a Casalmaggiore (Cremona), non è così.
Questo libro rende ragione della sua tensione a gettare continuamente lo sguardo al di là della provincia per essere attento alla realtà culturale, sociale ed ecclesiale italiana, europea e mondiale. Per poi ritornare in loco e misurarsi con la quotidianità dei propri parrocchiani, con le provocazioni dei concittadini e con le scelte dei politici e degli amministratori da loro eletti a governarli. (...)
In questi anni il libro è nato come una specie di tradizione orale che si sforzava di narrare ed interpretare le ore tragiche e liete del suo ministero sacerdotale a Casalmaggiore.
Una fotografia ha il potere di riassumere tutto questo: ritrae da dietro due piccole sdraio dalla tela a righe colorate, volte verso il mare sulla spiaggia della Cinta a S. Teodoro (Nuoro). Di fianco a ciascuna due zainetti e due paia di sandali. Basta immaginarsi di chi sono, e nell’immagine c’è tutto: l’uomo, il suo pensiero e l’orizzonte da contemplare e un giorno da raggiungere».
(dalla Prefazione e Postfazione di don Davide Barili)


 

I VISITATORI CONSIGLIANO...

Massimo Introvigne
FONDAMENTALISMI.
I diversi volti dell’intransigenza religiosa
Ed. PIEMME,
Casale Monferrato (AL)

2004,
240 pp.,
euro 12,90

Non è vero che non c’è più religione. Nel mondo moderno le credenze e le pratiche religiose permangono, e la società pluralista e multireligiosa può perfino favorire un risveglio delle religioni. Ma quale tipo di religione resiste? E quale, invece, declina e rischia di scomparire? Massimo Introvigne – che in Dio è tornato (Piemme, 2003) aveva documentato, con Rodney Stark, la tenuta della religione in Occidente – conclude qui che la domanda di religione ancora presente è in gran parte una domanda di conservatorismo. Una rigorosa analisi sociologica spiega come, e perché «fondamentalista» è un’etichetta abusata che copre tre tipi diversi di organizzazioni religiose, di tipo – rispettivamente – conservatore, fondamentalista e ultra-fondamentalista.

L’Occidente dovrebbe favorire la crescita di un islam conservatore, unica vera alternativa al fondamentalismo. Se l’islam conservatore non emerge, si sviluppano invece i movimenti fondamentalisti e le frange ultra-fondamentaliste, protagoniste anche degli episodi di terrorismo suicida.

Una guida indispensabile al mondo che l’11 settembre ha cambiato per sempre, fondata su solide basi metodologiche ma ricca di esempi, dati, casi concreti tratti da una ventennale esperienza di ricerche sul campo, dal Texas alla Palestina e all’India, di agevole lettura anche per i non addetti ai lavori.


Riccardo Cascioli - Antonio Gaspari
LE BUGIE DEGLI AMBIENTALISTI.
Tutti i falsi allarmismi dei movimenti ecologisti
Ed. PIEMME,
Casale Monferrato (AL)

Anno di edizione: 2004
Pagine: 188

Deforestazione, crisi dell'acqua, esplosione demografica, inquinamento atmosferico, buco dell'ozono, esaurimento delle risorse, effetto serra... Gli SOS lanciati dalle organizzazioni ambientaliste profetizzano la fine prossima del pianeta. In questo libro gli autori intendono dimostrare, attraverso dati e casi concreti, che il solo scopo di queste organizzazioni è raccogliere fondi per operazioni demagogiche, ideologiche e politiche che nulla hanno a che fare con la salvaguardia della Terra.

Uno degli autori, Riccardo Cascioli, è stato presente nella nostra parrocchia in occasione di un'incontro di Agorà.


 

Caprara Massimo - Fontolan Roberto
RISCOPRIRSI UOMO
Storia di una coscienza

Ed.: MARIETTI

Prezzo: € 13.00

Anno di edizione: 2004
Formato: 14X21
Pagine: 160

Caprara Massimo entra nel cuore della vita politica e culturale italiana quando la seconda guerra mondiale non è ancora finita. E da allora ne è insieme appassionato protagonista e insostituibile testimone. In un intenso e incalzante dialogo con Fontolan Roberto, Caprara racconta la "storia di una coscienza", la sua, che come in una soggettiva cinematografica attraversa le stanze della nostra storia per restituirci volti e atmosfere, parole ed eventi con straordinaria, drammatica immediatezza.
Ma c'è di più. Il libro non è "soltanto" un vibrante racconto storico-politico, ma l'itinerario sofferto di chi, cercando l'ideale, ha trovato il suo contrario, l'ideologia.


Mauro Mario
COMPAGNI DI SCUOLA
Genitori, insegnanti, studenti & sindacati per le generazioni del futuro

Ed.: ARES

Prezzo: € 13.00

Anno di edizione: 2004
Formato: 11,5x18
Pagine: 240

 Compagni di scuola

«Educazione non è semplicemente istruzione, formazione, addestramento. Non è tecnica asettica che compete ad un altrettanto asettico Stato cui affidarsi. Educare è introdurre alla realtà totale» (dalla prefazione di Giorgio Vittadini).

Questo libro chiede che gli anni della scuola siano veicolo di tutti quegli elementi necessari alla strutturazione della persona atti al riconoscimento di sé, di un'identità di cultura, di storia, di popolo. Temi, questi, affrontati nell'attuale riforma, di cui in queste pagine si offre una valutazione che mira a superare i preconcetti ideologici.


L'ALBA DELL' " IO "
Dolori, desideri, sogno,
memoria del feto.


Carlo Valerio Bellieni
Pag: 72
Dimensione: cm 12,5x19,5
Prezzo: 8 €
Ed. Fiorentina
Anno: 2004



Cosa prova un feto? Quali capacità ha di rendersi conto della realtà prima ancora di venire al mondo?
La moderna ricerca ha gettato luce su queste domande: il feto ha una vita carica di sensazioni. Nell'utero impara, ricorda, sogna, soffre, gioisce.
L'autore neonatologo italiano, di fama internazionale, attraverso l'esposizione della sua esperienza e dei suoi studi offre spunti di riflessione sul significato e sul valore della vita.
Il testo, di agile lettura, è consigliato anche per approfondire, partendo da un'ottica scientifica, i problemi legati alle varie tecniche di intervento prenatali sul feto.


LA RESISTENZA CANCELLATA
Prefazione di Sandro Fontana
Ugo Finetti
Ed.: ARES
Collana: Faretra

Prezzo: € 21.00
L. 40.662
Anno di edizione: 2003
Formato: 13x20
Pagine: 378

 Una via per ricominciare

La storia della resistenza italiana (1943-'45) liberata dalle distrorsioni dell'ideologia e consegnata al reale svolgimento dei fatti: è il tratto distintivo di queste pagine, che ricostruiscono avvenimenti decisivi del nostro Novecento, tali da essere ancora oggi a fondamento dell'ordinamento politico-istituzionale della nazione. Sul filo di una narrazione "revisionista" che attinge anche agli archivi moscoviti e alle memorie di alti dirigenti del comunismo internazionale, Finetti delinea un quadro dell'antifascismo e del fenomeno resistenziale ben diverso da quello fornito dalla storiografia militante del vecchio Pci e degli istituti culturali ad esso collegati, sottolineando la natura autenticamente popolare del movimento di liberazione nazionale e denunciando con raro puntiglio le falsità, i silenzi e le omissioni della "vulgata" comunista della Resistenza, tuttora dominante nei mass media e nella stessa manualistica scolastica, di cui l'autore presenta una impressionante esemplificazione. nella prefazione al volume Sandro Fontana, docente di Storia contemporanea all'Università di Brescia e già vicepresidente del Parlamento europeo, evidenzia la tensione morale e ideale che sorregge il lavoro di Finetti e rileva "la necessità di proseguire con nuove ricerche e documentazione nella direzione indicata da questo suo libro: e ciò nella convinzione che, per eliminare in maniera definitiva i carnefici ancora latenti nella nostra società, è soprattutto necessario demolire i pensieri, le mentalità, le menzogne, cioè l'intera cultura che continua a riprodurre i carnefici".

L'autore sarà presente nel nostro oratorio il prossimo 26 marzo alle ore 21 in occasione dell' incontro mensile di Agorà.

Una via per incominciare
Il dissenso nell'Urss dal 1917 al 1990
Marta Dell'Asta
Ed.: RC EDIZIONI

Prezzo: € 13.00
L. 25.172
Anno di edizione: 2003
Formato: 14.5x21
Pagine: 240

 Una via per ricominciare

Molti si sono chiesti, dopo la fine dell'Unione Sovietica, come fosse stata possibile una trasformazione così pacifica di un regime che per settant'anni si era retto sulla violenza. La storia del dissenso offre una delle possibili risposte a questo paradosso: i dissidenti non hanno proposto una nuova ideologia, ma hanno semplicemente richiamato in vita il reale. All'inizio è stata un'opera silenziosa, ma anche quando, dagli anni Sessanta, il dissenso ha potuto uscire allo scoperto, non ha mai conquistato le masse, eppure ha trasformato la mentalità di un paese. Anche quando sembrava che il movimento fosse sconfitto, dopo le Olimpiadi del 1980, si è scoperto che persino le parole d'ordine del rinnovamento di Gorbacëv, come la glasnost', erano in realtà mutuate dal dissenso: sconfitto in apparenza, aveva ormai cambiato il paese in profondità.
L'autrice sarà presente, insieme al marito, nel nostro oratorio il prossimo 30 gennaio in occasione dell' incontro mensile di Agorà.


PIO XII
Il Papa degli ebrei
Andrea Tornielli
Ed: Piemme Pocket
Prezzo: € 9.90
Prefazione:Mario Cervi
Anno di edizione: 2002
Formato:20 x 12
Pagine:379
Il libro contiene un' appendice, con indice dei nomi e bibliografia, e le fotografie di alcuni documenti citati nel libro dall'autore.
www.edizpiemme.it



Quando si è spento, il 9 ottobre 1958, il mondo lo ha pianto come un grande Papa. Oggi, da più parti, è invece accusato di essere moralmente responsabile dell'Olocausto. Ma come nascono i famosi "silenzi" di Pio XII? Una sua plateale scomunica lanciata contro Hitler avrebbe fermato l'orribile "soluzione finale"?
Testimonianze e documenti inediti svelano la verità inattesa che fa vacillare il castello di accuse e leggende nere costruito intorno alla figura di Eugenio Pacelli. Un Pontefice che non fu mai il Papa di Hitler. Ma fu, piuttosto, il Papa degli Ebrei.
L'autore, Andrea Tornielli, è stato con noi il 26 settembre 2003 in occasione di un incontro di Agorà.

 

SPAZIO RAGAZZI

IL VANGELO SECONDO GIOTTO
Roberto Filippetti

Ed: Itaca
Prezzo: € 16.90
Anno di edizione: 2002
Formato:24.5x29.5 cm
Pagine:80
E-mail: robertofilippetti@libero.it

www.itacalibri.it

Ehi, mamme e papà, state cercando un libro che racconti ai vostri bambini la vita di Gesù attraverso le opere d'arte? Ebbene, "Il vangelo secondo Giotto" fa proprio al caso vostro. Roberto Filippetti, fingendosi Giotto, racconta gli avvenimenti della vita di Gesù e di Maria attraverso gli affreschi della cappella degli Scrovegni. Il suo stile, chiaro, allegro e scorrevole, permette ai bambini di conoscere la storia di Gesù nei particolari e allo stesso tempo di apprezzare e capire i quadri di Giotto e la loro simbologia. Il libro contiene anche le immagini dettagliate dei quadri fotografati dopo il restauro del 2002. "Il vangelo secondo Giotto" è adatto a tutti i ragazzi dai 9 ai 13 anni, ma è utile anche agli adulti. Una copia del libro è disponibile in oratorio.


| Home Page | Contatti | Santo Stefano |