Parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo
Casalmaggiore
Provincia e Diocesi di Cremona

nel Web sito DuomoCasalmaggiore
Progettazione contenuti:
Don Alberto Franzini e
Don Davide Barili
Progettazione e realizzazione Sito:
Giulio Destri
Aggiornamenti:
Martina Abelli
Responsabile "Chierichetti":
Francesco Salvatore
Responsabile "Fatti una risata":
Antonio Lucotti
11 febbraio 2006

TAZEBAO

“Educazione sessuale di Stato? No, grazie”.


Lettera al direttore. Prima lezione di “Educazione all’affettività” in terza media in una normale scuola statale di Roma: la ginecologa e la psicologa entrano in classe, l’insegnante se ne va (in assenza di adulti si ricorre agli specialisti). Questo resta della lezione nella testa infuriata di mia figlia: i due rischi dell’atto sessuale sono le malattie e la gravidanza. La soluzione migliore: il preservativo, con l’attenzione che il problema non deve essere solo di chi lo mette, e con le indicazioni su dove acquistarli (“e mi raccomando: tenetelo in tasca”)… Che faccio? Passo il resto della settimana a parlare col preside, il coordinatore di classe, i rappresentanti dei genitori e spiego che per qualche ragazzino che scopa a quell’età (quanti saranno?) devono a tutti fare lezioni di sesso distruggendo l’idea che questo gesto sia espressione di bene e di unità profonda tra un uomo e una donna che non finiscono di ringraziare il buon Dio per questa loro possibilità di dare la vita a un figlio, per questa capacità misteriosa e grande di generare qualcuno che è molto di più della somma dei genitori? Oppure lunedì, che c’è l’ultima “lezione”, la tengo a casa e spiego a mia figlia che tutto questo, che il cuore semplice di un uomo e una donna sa, è difficile da conservare quando tutti ti dicono che è frutto di una tradizione oscurantista e che ora si usa così. C’è una terza ipotesi, se non mancassero pochi mesi alla fine del corso di studi, andare alla ricerca di un’altra scuola e pagarti la libertà di educare tuo figlio”
Michele Romagnoli, Roma

Risposta del direttore
“Solo l’idea di una educazione di stato all’affettività incute più orrore della mistica del condom. Chi insegna ai ragazzi e alle ragazze che malattie e gravidanza sono i due rischi del fare l’amore dovrebbe essere rieducato in una madrassa. Viva l’islam”

(Da Il Foglio, 4 febbraio 2006)

| Home Page | Contatti | Santo Stefano |