Parrocchia di Santo Stefano e San Leonardo
Casalmaggiore
Provincia e Diocesi di Cremona

nel Web sito DuomoCasalmaggiore

Progettazione contenuti:
Don Alberto Franzini e
Don Davide Barili
Progettazione e realizzazione Sito:
Giulio Destri
Aggiornamenti:
Martina Abelli
Responsabile "Chierichetti":
Francesco Salvatore
Responsabile "Fatti una risata":
Antonio Lucotti

 

Parrocchia > Fabbriceria > Illuminazione duomo

 

Il nuovo impianto di illuminazione del Duomo
( 2003)
 




































  L'illuminazione del Duomo di Santo Stefano risultava essere notevolmente scarsa per le celebrazioni liturgiche, oltre che non in grado di valorizzare i quadri e i dipinti presenti in esso. Gli impianti elettrici che costituivano le illuminazioni e le prese risultavano essere obsoleti e fuori norma. A tale scopo in accordo con il parroco e con il Consiglio parrocchiale degli affari economici si è deciso di porvi rimedio.
La prima difficoltà incontrata è stata la scelta costruttiva degli impianti: ovvero se realizzare un impianto standard, oppure un impianto di nuova generazione tipo Bus. Si è scelto quest'ultimo poiché il sistema di gestione integra diverse soluzioni di automazione. Il comando e il controllo dell'illuminazione avviene mediante un sistema EIB bus che si avvale di una linea bidirezionale che mette in comunicazione i vari moduli di ingresso/uscita del sistema (tecnica dei due fili EIB bus). Il sistema è stato progettato e realizzato per rispondere alle esigenze di automazione dell'impianto di illuminazione dell'edificio per mezzo di una programmazione, effettuabile dal programmatore EIB tramite uso di PC e software dedicati, che consentirà il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
- possibilità di modifiche, ampliamenti, riconfigurazioni e aggiornamenti vari in modo rapido, poco costoso e senza l'intervento di personale altamente qualificato;
- semplicità d'uso e di esercizio;
- controllo e monitoraggio dell'impianto anche da posizioni remote;
- massima continuità di servizio anche in caso di guasto di uno o più componenti;
- realizzazione di comandi multifunzioni e di gruppo.

Il sistema di gestione comprende moduli di ingresso, moduli di uscita e modulo alimentatore. Il sistema prevede una struttura di intelligenza distribuita costituito da moduli in ingresso ed uscite a microprocessore capaci di acquisire variabili, stati ed attuare comandi. Ogni modulo possiede una memoria EEPROM nella quale vengono salvati i dati, l'ubicazione fisica del modulo all'interno dell'impianto, con quali altri moduli possono colloquiare ed il tipo di comando o controllo ai quali sono abilitati, e l'applicazione che il modulo è in grado di realizzare. I dati rimangono salvati permanentemente anche in caso di assenza di alimentazione sul cavo bus. Tutti i moduli di uscita per il comando acceso/spento di circuiti resistivi o debolmente induttivi hanno la proprietà di memorizzare lo stato.
Progettare l'illuminazione del Duomo di Casalmaggiore ha significato conciliare la funzionalità visiva della luce per le celebrazioni e l'architettura sviluppata su tre navate con cappelle laterali, una grande cupola, transetto e presbiterio.
Il sistema di illuminazione scelto, del tipo IGUZZINI a luce diretta e indiretta, è l'elemento centrale di tutta l'illuminazione del Duomo ed è appositamente collocato all'altezza dei cornicioni in modo da lasciare sgombra la visuale in tutto lo spazio che delinea la costruzione.
L'impianto di illuminazione è stato progettato in modo da poter usufruire separatamente della luce a seconda dei periodi liturgici dell'anno e delle funzioni che si svolgono.
La luce illumina, ad una sola altezza, le volte, il pavimento e le pareti, orientando i raggi a volte con emissione indiretta, a volte con emissione diretta; in entrambi i casi per facilitare le celebrazioni ed esaltare l'architettura.
L'impianto di illuminazione consente anche di illuminare le opere d'arte che qui vengono conservate a prescindere dal resto dell'illuminazione del tempio.
L'impiego e la gestione del sistema di illuminazione sarà molto semplice ed avverrà, come già detto, tramite un PC ed un touch screen, programmabile dall'utente stesso; si potranno quindi configurare scenari a volontà in base alle celebrazioni liturgiche. Il software sarà previsto anche per l'utilizzo di telecomandi a quattro canali, i quali saranno configurabili da touch screen nel medesimo modo.
Con il binomio di innovazione tecnica e qualità illuminotecnica dei proiettori IGUZZINI si andrà a realizzare l'impianto del Duomo di Casalmaggiore, con l'accortezza scrupolosa di utilizzare cavi con rivestimento in rame nelle zone a vista.
L'impiego poi di lampade a basso consumo permetteranno l'incremento dei corpi illuminanti necessari, mantenendo la stessa potenza elettrica tuttora impiegata.
I lavori sono stati affidati alla impresa BUSSANI&GHEZZI di Casalmaggiore.

(di Vincenzo Maragni, Ritrovarci, anno XXVI - n. 3 maggio 2003)

   

 



| Home Page | Contatti | Santo Stefano |